Chiedere l'autorizzazione alla esumazione, estumulazione o traslazione

Chiedere l'autorizzazione alla esumazione, estumulazione o traslazione

L'esumazione e l'estumulazione sono operazioni che consentono l’utilizzo degli spazi del cimitero secondo un principio di rotazione degli spazi per inumazione e tumulazione

Consistono nel recupero degli “esiti di fenomeni trasformativi cadaverici” consentendo alla famiglia di scegliere, tra le soluzioni offerte dal cimitero, la successiva destinazione del proprio caro (seconda sepoltura).

L'esumazione consiste nel disseppellimento dal campo comune.

L'estumulazione consiste nel disseppellimento di un cadavere dal posto di tumulazione(loculo, ossario e cappella, edicola, tomba di famiglia).

La traslazione è l’operazione di trasferimento, interna o esterna al cimitero, di un feretro, una cassettina resti o urna ceneri da una sepoltura a un’altra.

Le operazioni di esumazione o estumulazione possono avvenire in forma ordinaria o straordinaria (Decreto del Presidente della Repubblica 10/09/1990, n. 285, art. 82 e 86).

Approfondimenti

Esumazioni ordinarie

Nei cimiteri il turno ordinario di inumazione è di dieci anni. Pertanto le esumazioni ordinarie vengono eseguite trascorso un decennio dalla data di inumazione e possono avere luogo in ogni periodo dell’anno.

In base alla rotazione dei campi per inumazione il responsabile del servizio cimiteriale curerà la stesura di elenchi, distinti per cimitero, con le indicazioni dei defunti per i quali è attuabile l’esumazione ordinaria.

Nel caso di non completa scheletrizzazione del cadavere gli esiti di fenomeni cadaverici trasformativi potranno:

  • permanere nella stessa fossa di inumazione del cadavere,
  • essere avviati, previo assenso degli aventi diritto, a cremazione in contenitori di materiale facilmente combustibile (Regolamento regionale 09/11/2004, n. 6).

Le ossa derivanti dall’esumazione sono raccolte in cassetta resti ossei di dimensioni idonee e con le caratteristiche definite dal Decreto del Presidente della Repubblica 10/09/1990, n. 285, art. 36, com. 2, e poi tumulati, su richiesta del cittadino, in concessioni private oppure deposti in ossario comune.

Esumazioni straordinarie

L’esumazione straordinaria avviene prima del termine ordinario di scadenza dell’inumazione:

  • per provvedimento dell’Autorità Giudiziaria;
  • per autorizzazione del sindaco, emessa a seguito di richiesta dei familiari, o di aventi diritto, che intendano trasferire il cadavere ad altra sepoltura nello stesso o in altro cimitero o per cremazione.
Estumulazioni ordinarie

Sono estumulazioni ordinarie quelle eseguite allo scadere della concessione o prima di tale data qualora si debba procedere ad altra tumulazione nella stessa tomba dopo un periodo di almeno 20 anni in loculo stagno e 10 anni in loculo areato.

Le estumulazioni ordinarie possono essere effettuate:

  • a seguito di richiesta del concessionario della tomba o del loculo o degli eredi alla data di estinzione della concessione
  • dal servizio di polizia mortuaria a seguito di estinzione della concessione cimiteriale nel caso di disinteresse da parte dei famigliari per il rinnovo della stessa
  • in caso di accertata indecorosità della tomba, previo espletamento delle relative procedure.

Nel caso di non completa scheletrizzazione del cadavere gli esiti di fenomeni cadaverici trasformativi potranno:

  • essere inumati, dopo aver creato le condizioni per facilitare la ripresa dei fenomeni di scheletrizzazione, anche con sostituzione delle casse originarie con un contenitore di materiale biodegradabile e con l’eventuale addizione delle sostanze biodegranti, purché tali sostanze non siano tossiche o nocive, né inquinanti il suolo o la falda idrica. Il tempo di reinumazione viene stabilito in:
    • 5 anni nel caso non si ricorra a sostanze biodegradanti
    • 2 anni nel caso si faccia ricorso all’impiego di dette sostanze biodegradanti
  • essere ritumulati nella stessa tomba o in altra sepoltura. In tal caso è d’obbligo il ripristino delle condizioni di impermeabilità del feretro (rifasciatura o reincassatura) nel rispetto delle disposizioni del personale dell’ATS competente per territorio
  • essere avviati previo assenso degli aventi diritto a cremazione in contenitori di materiale facilmente combustibile (Regolamento regionale 09/11/2004, n. 6).
Estumulazioni straordinarie

Le estumulazioni straordinarie possono essere di due tipi:

  • per disposizione dell’Autorità Giudiziaria
  • per richiesta del concessionario o suoi eredi, prima del 20° anno di tumulazione e in qualunque mese dell’anno, per traslare il cadavere in altra sede.

In Comune di Vergiate…

Per la presentazione delle domande, rivolgiti al servizio cimiteriale.

Puoi trovare questa pagina in

Ultimo aggiornamento: 15/01/2021 14:50.11