Piani di settore

    PIANO ZONIZZAZIONE ACUSTICA

    La Legge 26/10/1995, n. 447 assegna ai Comuni un ruolo centrale in merito al problema dell’inquinamento acustico, con competenze di carattere programmatico, decisionale e di controllo.

    In particolare, fra i diversi compiti assegnati  Legge 26/10/1995, n. 447, art. 6 e 7 sono di competenza dei Comuni: 

      • la classificazione del territorio comunale in zone omogenee sotto il profilo acustico
      • il coordinamento degli strumenti urbanistici già adottati o in corso di attuazione con la classificazione acustica
      • l’adozione dei Piani di risanamento acustico, assicurando il coordinamento con il Piano urbano del traffico e con i Piani previsti dalla vigente legislazione in materia ambientale.

      Secondo quanto previsto dalla Legge 26/10/1995, n. 447, art. 4 la zonizzazione deve essere definita sulla base dei criteri stabiliti con legge regionale. Per la Regione Lombardia questi criteri sono indicati dalla Legge Regionale 10/09/2001. n. 13.

      Con la Deliberazione della Giunta Regionale 12/07/2002, n. 7/9776 è stato inoltre approvato il documento “Criteri tecnici di dettaglio per la redazione della classificazione acustica del territorio comunale”.


      PIANO DI RISCHIO AEROPORTUALE

      Il Piano di Rischio Aeroportuale (PRA) individua le zone di tutela degli aeroporti, come previsto dal Codice della Navigazione, con riferimento agli spazi di decollo e di atterraggio da recepire negli strumenti di pianificazione al fine di garantire la sicurezza della navigazione aerea.

      Nel redigere il Piano si tiene conto dei principi generali in materia di navigazione aerea, quali la limitazione della presenza umana e l’individuazione delle attività compatibili, al fine di fornire un uniforme livello di tutela delle zone individuate.